Whistleblowing: la Camera approva, con 281 voti favorevoli, la normativa che tutela il “segnalante” di illeciti o reati, a larghissima maggioranza. E’ un buon testo, ci abbiamo lavorato molto discutendone in Comitato fino a ieri mattina: la segnalazione non puo’ essere anonima, ma l’identita’ dell’autore sara’ riservata, fino a che le esigenze processuali non renderanno necessario il suo disvelamento. Sara’ nullo ogni atto conseguente di carattere discriminatorio che colpisca il segnalante. Sara’ particolarmente severa la sanzione nel caso in cui si scopra la calunnia. Corrotti e corruttori hanno un motivo in piu’ per stare in guardia. Ora tocca al Senato… come per altre questioni”. Cosi’ su Fb il deputato Pd Davide Mattiello, componente delle Commissioni Giustizia e Antimafia, sulla  proposta di legge sul ‘whistleblowing’ approvata dall’Aula della Camera stamane.

Facebooktwitter