Il 1° dicembre è la giornata mondiale per la lotta all’AIDS.
Una malattia che è ancora viva e lotta contro di noi.
Si contano sempre più casi in giro per il mondo, anche in paesi dove si pensa che le situazioni sanitarie e la prevenzione siano ad alti livelli. Per fare un esempio, in Piemonte si registrano ogni anno 250 nuovi casi [e sono 9mila le persone infette da hiv]. Mettiamocelo in testa. Mai come oggi – tra bufale su internet, le paure che ritornano e oscurantismi di vario livello – è necessario ribadire il concetto: proteggiamo noi e chi ci sta intorno.
E per dirla come i manifesti che da ieri potete trovare in giro in metro, sui bus, per le strade di Torino (e non solo): Se ti proteggi tu, proteggi anche gli altri.
Non dobbiamo avere paura di essere noi stessi e vivere l’amore come meglio crediamo.
Possiamo essere tutto quello che vogliamo, ma facciamolo per bene. E facciamolo protetti con un preservativo. Senza nessuna vergogna.
Mettiamocelo in testa. Basta veramente poco.

Facebooktwitter