“Alfio Marchini spieghi ai cittadini romani se vuol fare il sindaco o il fuorilegge, lo sceriffo o il bandito”. Così il senatore Pd Sergio Lo Giudice, portavoce di ReteDem, commenta le dichiarazioni di Alfio Marchini secondo cui “non è compito del sindaco” celebrare le unioni civili.

“Celebrare i matrimoni e le unioni civili è un compito specifico del sindaco, ufficiale di stato civile a cui è affidata la responsabilità dall’anagrafe cittadina. Suona davvero strano che Marchini non lo sappia. Rifiutarsi di farlo significherà violare l’art.328 del codice penale sul rifiuto di atti d’ufficio, punito con la reclusione da sei mesi a due anni. Questa vicenda insegna solo che Marchini non è all’altezza del compito di fare il sindaco”.

Facebooktwitter