“Nel disegno di legge sulle unioni civili, oltre all’estensione alle coppie dello stesso sesso di tutti i diritti sociali oggi riservati alle coppie eterosessuali sposate, vi è un altro punto irrinunciabile: la possibilità di adozione del figlio naturale del partner, la cosiddetta stepchild adoption prevista all’art.5.”
Lo dichiarano i deputati PD Paolo Gandolfi, Giuseppe Guerini, Michela Marzano, Davide Mattiello, Grazia Rocchi e Veronica Tentori in merito al testo che si prevede arriverà nell’aula del Senato a gennaio.

“Stiamo parlando di un testo che rappresenta la migliore mediazione possibile nelle condizioni date, ben lontano dal matrimonio egualitario già in vigore in 14 stati europei e in tante parti del mondo” continuano i parlamentari, tutti aderenti a ReteDem, la rete interna al Pd varata a Milano nelle settimane scorse.
“Chiediamo con forza che non si facciano passi indietro sulla stepchild adoption: una norma di civiltà, che tutela i minori, la loro serenità e continuità affettiva. Ricordiamo che non stiamo parlando dell’adozione di figli esterni alla coppia, ma di estendere la responsabilità genitoriale a bambini già presenti nella coppia. Senza la stepchild permarrebbe una pericolosa e ingiusta condizione di disparità per le famiglie e per i minori.”

Facebooktwitter