“Il rinvio dell’assemblea nazionale del Pd sarebbe un atto grave e incomprensibile.
Il partito è in ginocchio ed ha bisogno di rialzarsi presto per mettere in campo un progetto nuovo. Renzi non può tenerlo in ostaggio per tattica politica: così il Pd muore”. Così scrive Sergio Lo Giudice , presidente di ReteDem e componente della direzione nazionale del Pd.

“Questo rinvio – conclude Lo Giudice – sarebbe uno strappo al nostro Statuto e uno schiaffo alla nostra comunità. Spero che il senso di responsabilità prevalga sulle dinamiche di potere”.

Facebooktwitter