Non serve un congresso se l’approccio rimane quello dell’uno contro tutti, della sfida personale con l’obiettivo del “chi vince prende tutto”.

Un congresso, per essere vero, dovrebbe discutere in profondità della drammatica situazione del Paese e di come fermare i nostri veri avversari, quelle destre nazionaliste  e xenofobe  in crescita in tutta Europa.

Solo così si potrà definire e condividere con i nostri iscritti un profilo culturale comune  sui grandi principi che un campo progressista dovrebbe avere: la lotta alle diseguaglianze,  che nel frattempo sono diventate ingiustizie; la difesa della democrazia, di fronte al crescente radicamento di una cultura estremista di destra che sta assorbendo anche pezzi di elettorato di sinistra; la capacità di dare risposte alle tendenze sovraniste che si stanno sviluppando ovunque.

Un vero dibattito congressuale che coinvolga l’intera società dove in primis trovino cittadinanza la critica e l’autocritica, per rivendicare cosa di buono questo governo ha fatto e cosa invece andrebbe radicalmente cambiato.

Un congresso del principale partito di governo, come il Partito Democratico, non può essere inteso da nessuno come una finale di champions dove chi vince alza la coppa e gli altri si danno appuntamento al successivo torneo.
Il congresso del PD deve avere l’ambizione di determinare il profilo culturale, sociale ed economico dell’intero Paese e di condizionarne l’agire all’interno della famiglia progressista in  Europa.

Chi vince un congresso e diventa il segretario non può governare portando avanti solo le proprie tesi: i militanti e gli elettori che alle primarie hanno votato per altre mozioni o li rappresenti, oppure se ne vanno e non ti votano più.

Il Partito Democratico è nato quasi dieci anni fa per fare sintesi fra storie politiche e culture differenti, non per farne prevalere una sull’altra.

Se ciò fosse stato veramente compreso ora non staremmo qui a parlare di scissioni, ma a confrontarci su quale PD vogliamo per il futuro della nostra comunità. Noi ci speriamo ancora e faremo di tutto perché ciò accada.

 

Primi firmatari: Paolo ACUNZO, Samuele AGOSTINI, Eleonora AVERNA, Mario BACHERINI, Ilaria BARALDI, Marco BARBIERATO, Simona BARBIERI, Barbara BALLAURI, Simone BARBIERO, Sara BATTISTINI, Calogero BELLAVIA, Marco BIAGINI, Paolo BENEDETTI, Antonio BIAMONTE, Gianfranco BENZONI, Roberta BERTERO, Donata BIANCHI, Riccardo BIANCHI, Eugenia BENINI, Paola BOCCI, Caterina BONETTI, Francesco BREVARIO, Riccardo BREZZA, Saverio BUI, Andrea BURZACCHINI, Luca BUSSANDRI, Simona CAMPO, Grazia CANALE, Verdiana CANU, Nicolò CARBONI, Fabio CASTAGNA, Elena CERETTO, Gianni CHAMPION, Valentina CIAPPINA, Carlo COLOMBI, Stefania COLLINA, Emiliano COSTAGLI, Anna Paola COVA, Annetta CRISPONI, Enzo CUOZZO, Ilda CURTI, Giuliana DAMATO, Irene DELLA BARTOLA, Diana DE MARCHI, Simone DE RUOSI, Irene DEVAL, Daniela DI BENEDETTO, Monica DIDÓ, Raimondo Davide DONZEL, Pierangela DI GIOSIA, Simone DOMINONI, Angelo FALONE, Stefano FABBRI, Angela FANARA, Maria Francesca FANTATO, Paolo FASSINA, Francesco FEDERICO, Patrizia FERRELI, Patrizia FERRERO, Luca FILIPPA, Chiara FOGLIETTA, Carmela FONTANA, Clotilde FORCELLATI, Daniel FORCHINI Alessandro GABUTTO, Paolo GANDOLFI, Lillo GARLISI, Olmo GAZZARRI, Luisa GHEZZO, Daniela GROSSI, Silvia GROSSI, Nicoletta GUELFI, Giuseppe GUERINI, Barbara GUERRAZZI, Carlo IMARISIO, Lorenzo IVALDI, Giorgo LAGUZZI, Fabio LAMON, Matteo LECIS COCCO ORTU, Roberta LI CALZI, Giacomo LICATA, Sergio LO GIUDICE, Claudio LOMBARDI, Sergio LORRAI, Giulia LUCARELLI, Fabio MALAGNINO, Sergio MALDOTTI, Samantha MAMUDU, Alessio MANDIS, Serafino MANENTE, Chiara MANFREDOTTI, Pierangelo MANZONI, Sonia MARROZZINI, Enzo MARTINES, Teresa MARZOCCHI, Matteo MASTROMAURO, Davide MATTIELLO, Michele MEZZAVILLA, Marzia MIELE, Carlo MODICA, Luciano MODICA, Carlo MONGUZZI, Giulia MORINI, Antonio MUMOLO, Adalberto MUZIO, Monia NEGUSINI, Beatrice ORLANDINI, Luigi PALMIERI, Marco PALONE, Renzo PAMPALONI, Federico PANCALDI, Lian PELLICANÓ, Pietro PEREGO, Fabio PIAZZA , Marco PIGOZZI, Luca PILOTTI, Daniele PINAI, Francesco PINOSA, Gianluigi PIRAS, Laura PISANO, Gianvito PONTRADOLFO, Rossella PROCOPIO, Maura PRATI, Maria Chiara PRODI, Federico QUADRELLI, Gianfranco REBESCHINI, Angelo RICCI, Davide RICCOBELLI, Clara RIGONI, Margherita RINALDI Carla ROCCA, Maria Grazia ROCCHI, Gianni ROLANDO, Marco ROSSI, Federico RUSSO, Giovanni RUSSO, Diego SARNO, Enrico SCACCO, Francesco SIMONCINI, Salvatore SINAGRA, Vittore SOLDO, Elisabetta SORIANI, Daniela STORANI, Cora TALMELLI, Eraldo TAIOLI, Elvira TARSITANO, Samuele TEDESCO, Veronica TENTORI, Salvatore TESORIERO, Giovanni TINELLA, Walter TOCCI, Federico TOSCO, Fabrizio USAI, Maria Teresa VACCARI, Matteo VALTANCOLI, Massimiliano VENTURI, Mario VICINI, Marco VITALI Stefania VERONESE, Daniele VIOTTI, Alessandra ZORDAN, Carla ZUNCHEDDU

Facebooktwitter