“Lavoro è pronto, ok da Mef, perché Viminale non la pubblica?” (ANSA) – ROMA, 12 GEN – “Il ministro Alfano firmi e renda pubblica la relazione sul sistema di accoglienza primario”. A chiederlo è Retedem, di cui fanno parte i parlamentari Lo Giudice, Gandolfi, Giuseppe Guerini, Marzano, Mattiello, Ricchiuti, Rocchi, Tentori, Zampa. I parlamentari ricordano che la relazione è attesa dal 30 giugno in forza di un emendamento proposto dal deputato Davide Mattiello e votato all’unanimità nell’ottobre del 2014, prima che scoppiasse lo scandalo di mafia Capitale, nell’ambito della conversione in legge del dl sulla violenza negli stadi. La relazione deve fornire una rappresentazione puntuale del sistema di accoglienza primario, cioè quanti soldi vengono spesi, a favore di quali soggetti, a fronte di quali servizi e con quali verifiche. Sono dati che in questa forma non sono facilmente disponibili, perché più frequentemente si forniscono dati aggregati e relativi alla descrizione quantitativa e qualitativa dei flussi migratori. “La ratio della norma – spiegano i parlamentari di Retedem – risiede nella volontà di prevenire, attraverso la trasparenza e la piena tracciabilità, qualunque tipo di abuso sulla pelle di chi è costretto per vari motivi a lasciare la propria terra. Sappiamo che gli Uffici del Ministero con la responsabilità di redigere la relazione hanno finito da settimane il lavoro, che ha avuto l’avvallo anche del Ministero dell’Economia, ci risulta che manchi soltanto la firma del Ministro. Perché? Tanto più in questa delicata fase storica, chi vuole difendere i principi di solidarietà e accoglienza, deve impegnarsi non meno per quelli di legalità e trasparenza: non possiamo permettere che l’avidità e la corruzione di qualcuno diventino benzina sul fuoco”. (ANSA).

Facebooktwitter