“La vicenda Marino, a cui va la nostra solidarietà umana e politica, non può esaurirsi nei tentativi imbarazzati di minimizzazione di queste ore”.

Così Il portavoce di ReteDem, il senatore Pd Sergio Lo Giudice e il coordinatore  ReteDem di Roma e Lazio Paolo Acunzo, vice presidente del Pd Lazio,   commentano il caso dell’assoluzione di Ignazio Marino.

“Un giudizio negativo sull’operato amministrativo dell’ex sindaco di Roma da parte di settori del Pd, legittimo sul piano politico, non può giustificare l’interruzione di un’esperienza democratica davanti a un notaio, come già denunciammo a suo tempo. Sulla democrazia, la rappresentanza, il rapporto fra la volontà della base e le scelte dell’apparato il Pd deve aprire, a partire da Roma,  una riflessione profonda, prima che sia troppo tardi. Si superi da subito la gestione commissariale di Roma e si vada a un congresso su nuove basi”.

Facebooktwitter