Un forte appello per l’approvazione definitiva della riforma dei Testimoni di Giustizia dal tavolo degli Stati Generali dell’Antimafia, è arrivato sia dal Pierpaolo Romani, presidente di Avviso Pubblico, rete degli enti locali contro le mafie, sia dall’avvocatessa Renza Rando, di Libera. “È davvero una questione di civiltà: i testimoni sono cittadini perbene, che denunciano ciò che vedono o ciò che subiscono e che per questo si espongono ad un rischio tale per la vita da dover essere sottoposti a speciali misure di protezione, che spesso sono davvero traumatiche. Oggi è l’anniversario della morte di Lea Garofalo: quale giorno migliore per ribadire questo impegno? La proposta di legge, 3500, porta come prime firme quella della Presidente della commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi e del Vicepresidente Luigi Gaetti (M5s) a sottolineare l’unanime consenso che la sostiene: non sprechiamola”, afferma il deputato del pd Davide Mattiello.

Facebooktwitter