“ L’ approvazione del decreto sull’ordinamento penitenziario da parte del Consiglio dei ministri è un’ottima notizia. Così il governo attua la richiesta del parlamento di eliminare quegli automatismi che rendevano farraginosa e spesso impossibile la concessione dei benefici previsti dalla legge “

Lo scrive il portavoce di ReteDem Sergio Lo Giudice, componente uscente della Commissione giustizia del Senato.

“Questa riforma lascia inalterato il doppio binario previsto dalla legge delega per gli autori di reati di mafia e terrorismo, e consegna alla valutazione del giudice le altre situazioni.
È un bel segnale che lo stesso CdM abbia approvato oggi anche il decreto attuativo della riforma del Codice Antimafia che, fra l’altro, tutelerà meglio il lavoro nelle imprese sequestrate e confiscate alle mafie.
Un grazie particolare va al Ministro della giustizia Andrea Orlando che ha creduto in queste riforme, accompagnate dagli Stati Generali sull’esecuzione penale e da quelli sul contrasto alle mafie che hanno consentito un ampio coinvolgimento di operatori e associazioni “.

Facebooktwitter