“Il voto di domenica 19 deciderà le sorti delle principali città italiane per i prossimi cinque anni. Noi di ReteDem siamo impegnati fino all’ultimo giorno a sostegno dei candidati del PD e del centrosinistra: Piero Fassino a Torino, Beppe Sala a Milano, Roberto Cosolini a Trieste, Virginio Merola a Bologna e Roberto Giachetti a Roma, oltre ai tanti sindaci di comuni minori impegnati nel ballottaggio di domenica”. Così il senatore Sergio Lo Giudice, portavoce di ReteDem, il network di attivisti e dirigenti di sinistra interno al Pd.

“Non si sottovaluti il rischio di consegnare le nostre comunità locali alla gestione delle destre anti europee o all’incompetenza dei 5Stelle. Abbiamo messo in campo candidati in grado di innovare la tradizione di buongoverno del centrosinistra o di affrontare con determinazione – com’è il caso di Roma – una crisi amministrativa profonda.
L’astensione non è una scelta utile a costruire spazi urbani più innovativi e più giusti. Al voto di scambio rispondiamo con il voto di passione, perché con la passione si vince”.

Facebooktwitter